INTERVISTA A ELEONORA NUCCIARELLI, AUTRICE DEL LIBRO “IN PRIMIS, INSIEME” EDITO DA MIDGARD EDITRICE E ILLUSTRATO DA LAURA NOFRINI

copertina grande 

 

 

Eleonora Nucciarelli 

In Primis, Insieme

 

 

 

 

 

INTERVISTA A ELEONORA NUCCIARELLI, AUTRICE DEL LIBRO “IN PRIMIS, INSIEME” EDITO DA MIDGARD EDITRICE E ILLUSTRATO DA LAURA NOFRINI

Eleonora Nucciarelli, educatrice, pedagogista, scrittrice e mamma, vive a Perugia dove lavora come docente di Sostegno, Filosofia e Scienze umane nella scuola secondaria di secondo grado. Ha fondato e dirige l’Associazione di promozione sociale Forma mentis e collabora con lo studio In primis. Autrice di poesie contenute in varie sillogi poetiche e di racconti, con Midgard Editrice ha pubblicato il saggio Lo squisito dolore. Una prospettiva filantropica (2021).

 

1. Ciao Eleonora, grazie per aver scelto di rilasciare un’altra intervista con me.
Inizio con il chiederti: perché hai deciso di pubblicare un libro dal genere completamente diverso di quello del saggio “Lo squisito dolore”?

Grazie a te, Soraya.
Ho deciso di pubblicare “In primis, insieme” nella collana Fiabe della Midgard Editrice in seguito al grande successo che stavano riscuotendo i racconti letti ad alta voce e diffusi attraverso i canali social delle Associazioni coinvolte. Il progetto, che ha visto il coinvolgimento in prima linea dello studio In primis e di altre associazioni del territorio, si stava estendendo a macchia d’olio così ho pensato che pubblicare il libro potesse rappresentare la ciliegina sulla torta di questa bella collaborazione. Di certo non abbandonerò il sentiero della saggistica, dopo l’estate, infatti, uscirà un altro saggio di cui non anticipo nulla. Mi piace essere poliedrica, scrivo anche poesie, alcune sono già uscite in varie antologie, non mi precludo nessuna possibilità.

 

2. Com’è sbocciata l’idea di questo libro?

L’idea è nata da subito, mentre scrivevo e creavo i video dei racconti già li immaginavo raccolti in un libro. Successivamente, insieme allo studio In primis e alle Associazioni Forma mentis e AltrEmenti abbiamo lanciato gli hashtag #raccontipersentirsipiùvicini di #inprimisinsieme e coinvolto Laura Nofrini, l’illustratrice che ha curato la parte più colorata e bella di tutto il libro: le illustrazioni.

 

3. Com’è nata questa collaborazione con Laura Nofrini? Avevi già lavorato con lei in passato?

Laura Nofrini ed io ci conosciamo da un tempo immemore, siamo amiche da sempre e questa collaborazione è stata stimolante e divertente.
Laura, inoltre, è una delle socie di Forma mentis e collabora alla realizzazione dei progetti dal 2015. 

 

4. Parlami dei tuoi racconti, quali sono le tematiche principali?

I racconti contenuti nel mio libro riguardano temi sociali molto importanti e si propongono di offrire una visione libera da pregiudizi e stereotipi di genere e sono basati sulla convinzione che se non si possono eliminare pregiudizi e stereotipi è necessario imparare a riconoscerli e a lavorarci in modo costruttivo. L’accento è posto sull’importanza dell’accettazione della diversità e sulla promozione delle differenze. I racconti sono dieci, più un inedito di genere fantasy fiabesco intitolato “Le sorelle Pettersen e il segreto del lago”.

 

5. Dunque il tuo libro non si rivolge soltanto ai bambini…

Il mio libro si rivolge a grandi e piccini ma soprattutto a chi, come me, crede ancora nei sogni e nella possibilità di una società migliore. Ho pensato che mostrare i cliché in cui cadiamo ogni giorno attraverso il racconto fiabesco potesse essere un modo efficace per arrivare a tutti e a far riflettere, piuttosto che fare della morale sterile.

 

6. Il libro ha uno scopo benefico, i proventi andranno all’Associazione Giacomo Sintini per la ricerca sul cancro. Perché questa scelta?

L’Associazione “Giacomo Sintini” è attiva nel territorio da molti anni, conosco la storia di Jack e di sua moglie Alessia Minniti raccontata attraverso il libro “Forza e coraggio” che ho letto tutto d’un fiato, rimanendone colpita. Giacomo è una persona che “ce l’ha fatta” e ha deciso di trasformare la parte più buia della sua vita in una luce straordinaria, seguendo il sentiero della beneficienza e della fiducia nella ricerca.

 

7. La prefazione del libro è curata da tre persone, vuoi dirci chi sono?

Le persone in questione sono: Laura Nofrini, l’illustratrice che ha curato le immagini del libro, Chiara Bacci, fondatrice dell’Associazione AltrEmenti – Insieme per l’Asperger e Valentina Giugliarelli, titolare dello studio In primis. Leggendo il libro e la lunga introduzione si possono scoprire tutti i retroscena di questa collaborazione.   

 

8. Perché hai scelto questo titolo? Qual è il significato che si cela dietro?

Il titolo in realtà non cela significati misteriosi ma è un omaggio allo studio In primis per il quale ho realizzato il progetto, con l’aggiunta del termine “insieme”, a testimoniare che facendo squadra e unendo le forze insieme si può tutto.

 

9. Piccolo estratto:

Questo libro nasce di notte.
In una di quelle notti in cui non riesci a dormire per le tante fantasticherie che affollano e offuscano la tua mente. I protagonisti di questi racconti, a partire dal caro bruco Precipitevolissimevolmente che a breve vi presenterò, mi hanno tenuto compagnia fino all’arrivo delle prime luci dell’alba quella volta, almeno fino a quando il suo lumeggiare ha chetato il pensiero. Prima di condurvi nel regno della fantasia in cui mi auguro possiate lasciarvi andare, almeno per il tempo necessario alla lettura, ci tengo a raccontarvi com’è sbocciato questo libro.
È un libro fatto di fili che si intrecciano, di vite che si incastrano e trovano il modo di collaborare anche nella distanza forzata.
Sì, perché un giorno qualcuno mi ha detto: «insieme si può», ed io le ho ascoltate quelle parole, così insieme a Chiara, Laura e Valentina ho cercato di trarne insegnamento.

 

10. Sinossi e link per l’acquisto:

In primis, insieme non è semplicemente un libro illustrato per bambini. È una storia di amicizia, di tepore, di fili e di trame che si intrecciano. Attraverso le avventure del bruco Precipitevolissimevolmente, della Principessa Perdindirindina e di tutti gli animali sociali (e non) che incontrerete in queste pagine, verrete catapultati in infiniti mondi fantastici in cui la possibilità di credere nel potere della gentilezza e dell’amore è ancora possibile.

I #raccontipersentirsipiùvicini contenuti in questo libro riguardano temi sociali molto importanti e si propongono di offrire una visione libera da pregiudizi e stereotipi di genere, ponendo l’accento sull’importanza dell’accettazione della diversità e sulla promozione delle differenze. I racconti hanno l’intento di rivolgersi sia a grandi che piccini, ma soprattutto a chi, come me, crede ancora nei sogni.

Il volume è ordinabile scrivendo all’indirizzo e-mail inprimisinsieme@gmail.com, collegandosi al sito della Midgard Editrice http://www.midgard.it/inprimis_insieme.htm, in tutti i principali bookstores italiani, IBS, Mondadoristore, Unilibro e nella catena delle librerie Feltrinelli.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...